Conserva i tuoi Bitcoin utilizzando una carta di debito

Come per le carte di debito più conosciute, esiste sia in versione fisica che virtuale. Puoi utilizzarla sia online che offline, e entro certi limiti non ti viene richiesto alcun documento d’identità. Al momento del pagamento dovrai inserire solo il PIN che ti viene richiesto nel POS.

Quando utilizzare quindi una carta di debito?

Quando tra le modalità di pagamento non vengono accettati i Bitcoin. In questo modo il commerciante viene pagato nella propria valuta e le commissioni vengono dedotte dal tuo saldo in Bitcoin. Una specie di traveler’s cheque moderno.

Per poter utilizzare la carta devi depositare i tuoi Bitcoin nel portafoglio presso la società che ha emesso la carta. Questo significa dargli anche il totale controllo dei tuoi risparmi e, nella peggiore delle ipotesi, potrebbe impedirti di accedere ai tuoi Bitcoin in qualunque momento. Questo tipo di servizi ha una elevata casistica di attacchi condotti dai malintenzionati.
Per questo motivo, non depositare tutto il tuo saldo sulla carta, ma invia solo l’importo sufficiente per coprire le transazioni che intendi effettuare.

Le carte di debito in circolazione utilizzano quasi tutte gli stessi circuiti di pagamento, di solito Visa e Mastercard. Quale che sia la carta da te scelta, assicurati che sia disponibile in Italia, che abbia le commissioni più basse, e che il servizio sia davvero affidabile.

Convengono? Non convengono?

Volendo tirare le somme, esistono due tipi di carte prepagate. Entrambe funzionano bene, la scelta sta a te ed alle tue preferenze personali.

  • Le carte a conversione diretta convertono i Bitcoin in Euro (o altra valuta) all’atto del deposito sul servizio che le distribuisce. Il processo inverso, da Euro a Bitcoin, spesso prevede dei costi aggiuntivi.
  • Le carte a conversione all’uso convertono i Bitcoin solo quando la transazione viene effettivamente eseguita. In questo caso i Bitcoin sono continuamente soggetti alla loro volatilità.

La più utilizzata è Wirex, già nota come E-Coin. Questa carta di debito rientra nel secondo gruppo, quelle che convertono i Bitcoin quando la transazione viene eseguita.
Tra i punti di forza della carta ne spiccano alcuni che mi sembra importante segnalare:

  • La carta viene fornita in versione sia fisica che virtuale
  • Funziona in 130 paesi del mondo
  • Supporta il Dollaro (USD), l’Euro (EUR), la Sterlina (GBP), ed i Bitcoin (BTC)
  • È attiva su entrambi i circuiti internazionali: MasterCard e Visa
  • Permette di prelevare contati da tutti gli sportelli ATM
  • Consente di inviare bonifici e di utilizzare metodi sicuri come PayPal e AliPay.
Wirex è una carta di debito

In fase di registrazione non sono previste commissioni e non richiede la verifica del documento d’identità. Richiede comunque il numero di telefono per la conferma dell’account e, solo nel caso della carta fisica, è necessario inserire l’indirizzo postale a cui farsela spedire gratuitamente.

Si avvale di un sistema di sicurezza affidabile, costituito da un sistema di autenticazione a due fattori (2-FA) e un sistema multifirma per confermare le transazioni.

Wirex è una carta di debito che fa il suo dovere, ed in caso di furto è possibile bloccarla immediatamente con un unico click tramite l’app fornita sia per Android che per iOS.